Mi presento

Mi chiamo Chiara,
sono sposata con M e insieme cerchiamo di crescere le nostre piccole G ed S.
Sono laureata in Scienze dell'Educazione e in Mediazione Linguistica e Culturale (Inglese e Spagnolo). Perché due lauree?
...Non è che tutti azzecchiamo al primo colpo cosa vogliamo fare da grandi...io sto ancora aggiustando il tiro...
Lavoro da anni come educatrice e negli ultimi anni mi sono concentrata sulla prima infanzia, asilo nido e scuole dell'infanzia.
Da qualche tempo sono riuscita ad unire al mio lavoro anche le mie competenze linguistiche, che comunque restano la mia grande seconda passione, e tengo laboratori di inglese nella struttura dove lavoro, oltre che portare avanti numerosi esperimenti linguistici con la mia figlia G.

Questo blog è nato per tirarmi sul il morale.
Quando sono rimasta a casa dopo la prima gravidanza ho sofferto davvero tanto di solitudine e di distacco dal mondo.
Io che ero un'inguaribile iperattiva, impegnata su troppi fronti contemporaneamente, vittima di clamorose emicranie del sabato mattina, sintomo dell'incapacità di rilassarmi, mi trovavo all'improvviso sprovvista dei miei mille mila impegni e la velocità con cui gestivo la mia vita subiva improvvisamente una frenata.
Mi sono dovuta fermare, ho dovuto imparare a fare le cose nel doppio del tempo, perché succede anche questo quando hai un figlio.
Ho riprogrammato i miei tempi e i miei spazi. Ho imparato a vivere ad una diversa velocità.
Ho imparato a cogliere cose che prima mi sfuggivano.
L'ho imparato, ma non senza sofferenza.
Oggi sono contenta della mia vita, ma i primi mesi da mamma ricordo davvero tanta fatica e le guance rigate di lacrime (lo so, sono gli ormoni bla bla bla, ma io mi sentivo uno straccio!).
E poi i sensi di colpa... ero felice dell'arrivo di G e allo stesso tempo scombussolata da questo cambiamento: la mia vita passata non c'era più.
Con la seconda gravidanza mi sono ripromessa che non ci sarei caduta di nuovo, che avrei tenuto una parte della mia mente impegnata nel mondo per non soffrire di solitudine. E ci sono riuscita.

Da qui l'idea del blog, che mi permette di essere in contatto col mondo, ma a due passi dalle mie bambine. La dimensione ideale.

Parlo di quello che conosco, che vivo, che penso, che sperimento, in assoluto spirito di condivisione.
Qualche volta sclero... ma nessuno è perfetto!
Parlo di ciò che faccio con le mie bimbe, di ciò che mi succede a scuola con i miei piccoli alunni e di ciò che mi frulla nella testa.
Mi impegno a citare le fonti da cui traggo ispirazione se diverse dalla mia esperienza diretta.
Tutto il materiale a disposizione è copiabile, con la gentilezza di volermi citare come fonte.
Non c'è copyright: è tutto fatto in spirito di condivisione.
Spero sempre che la mia esperienza e le mie competenze possano servire a qualcuno.
E a chi mi chiede: "come fai a fare tutto?" rispondo che non lo faccio.
Mostro sul blog gli esperimenti riusciti, non i mille tentativi falliti, riordino prima di scattare le foto così non vi mostro il mio disordine che credo non interessi a nessuno... e la mia cesta dei panni sporchi trabocca sempre all'inverosimile!

Un'ultima cosa: non mostro i visi delle mie bambine per scelta. Semplicemente non voglio spettacolarizzare le loro vite. Ciò che mi interessa condividere sono i contenuti, le competenze, i pensieri. Loro sono solo uno spunto, non sono il contenuto del mio blog.

Buona lettura!
Chiara

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Mi piace molto questa presentazione e mi interesserebbe conoscere i suoi lavori
Sono una nonna con due nipotini:Alice 4anni-Lorenzo 7mesi.
Conoscere giochi attività finalizzati mi piacerebbe molto. Grazie

Chia B. ha detto...

Buongiorno!
vista l'età dei nipotini le consiglio di guardare la sezione 0-3 e quella 3-6, le trova in alto a destra sotto la voce "Etichette", lì sono sicura che troverà spunti e idee adatte ai suoi nipotini. Buona continuazione e alla prossima!

Posta un commento